• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

ATTENZIONE TRUFFA! ACCADE SEMPRE PIU’ SPESSO!

Pubblicato da APM sopra 21 Giugno 2020
| 0

ATTENZIONE TRUFFA! ACCADE SEMPRE PIU’ SPESSO!

Anche con l’infinità di informazioni a cui abbiamo accesso (gran parte gratuitamente) ai giorni nostri le truffe nel campo immobiliare sono ancora molte.

Oggi voglio raccontarti di Irene e Salvatore.

Irene e Salvatore sono due giovani ragazzi che ho conosciuto circa 9 mesi fa.

Ovviamente, li ho incontrati per via del mio lavoro, cercavano casa qui a Centocelle.

Ricordo perfettamente l’euforia che avevano, la banca gli aveva appena comunicato che potevano accedere ad un mutuo abbastanza alto (circa 150.000,00 €), che con i risparmi messi da parte formavano una bella somma da investire per comprare casa.

Era appena passata l’estate, le scuole avevano riaperto e il mare e le spiagge erano un ricordo ormai, la città e le attività avevano ripreso a pieno regime.

Il primo appartamento che gli feci vedere fu un bel trilocale 85 mq a viale della Primavera.

Fu quel giorno che ci conoscemmo.

Il prezzo di quell’appartamento si aggirava intorno ai € 239.000,00 ed era situato proprio di fronte al centro commerciale di zona.

Oltre ad essere a 50 mt dalla fermata della nuova metro C gardenie.

Ovviamente, come che con me e la mia agenzia Irene e Salvatore, vedevano case anche con altri professionisti (o presunti tali continua a leggere e capirai perché ho scritto presunti).

Dopo un paio di mesi e molte case visitate, con me 3-4 oltre quello in Viale della Primavera si decidono a fare un offerta per una casa.

Purtroppo per me, la casa che avevano scelto non era tra quelle che gli avevo fatto vedere io e purtroppo anche per loro.

Vengo al dunque!

In modo da cominciare a farti capire cosa è successo e perché ho menzionato la parola “truffa” nel titolo di questo articolo.

Irene e Salvatore avevano deciso di puntare su un immobile che stranamente era sul mercato ad un prezzo super vantaggioso.

Parliamo sempre di un trilocale di 85-90 mq solo al prezzo di € 160.000,00.

Non bastasse solo il prezzo l’immobile in questione era anche già tutto ristrutturato.

Convinti dell’appartamento ed allettati dal prezzo Irene e Salvatore decidono di non farsi scappare quello che sembrava un affare, almeno a prima vista…

Chiamano il collega dell’altra agenzia che trattava la vendita dell’immobile in questione e fissano un appuntamento in ufficio per formulare la loro proposta.

Fatta la proposta subito viene accettata!

E qui comincia il calvario di Irene e Salvatore, vengono fuori gli altarini.

Il primo è che l’agenzia non aveva nessun documento dell’appartamento in questione.

Il secondo non avendo nessun documento, figuriamoci se poteva aver fatto dei controlli e verificato che fosse tutto in regola.

Dopo un paio di settimane dall’accettazione e mille telefonate finalmente Irene e Salvatore ricevono la documentazione dell’immobile che subito girano alla banca ed al Notaio di loro fiducia.

Tempo due giorni e vengono chiamati ed allarmati dalla banca e soprattutto dal Notaio.

L’appartamento in questione era diventato di proprietà agli attuali intestatari attraverso una donazione.

Fin qui tutto ok, con qualche accortezza da parte del Notaio e facendo firmare degli atti particolari ai venditori si può procedere alla vendita.

Il problema era un altro.

Nella famosa donazione erano menzionati solo 2 dei figli dei vecchi proprietari.

Il notaio inoltre aveva fatto delle verifiche ed aveva trovato che, un terzo erede, il terzo fratello, aveva impugnato la donazione.

Ovviamente non si poteva procedere alla vendita, anche perché la proposta era stata sottoscritta solo da due dei tre eredi.

Incavolati, neri Irene e Salvatore, vanno in agenzia a chiedere spiegazioni ed annullare la proposta!

Ovviamente non avendo fatto nessun controllo l’agente che aveva ritirato la proposta trova una marea di scuse e si arrampica su gli specchi.

Dopo qualche giorno li incontro per caso a studio dal Notaio (che era lo stesso con il quale lavoro io) e mi raccontano l’accaduto.

Gli consiglio subito di annullare la proposta facendo una raccomandata sia all agenzia che ai venditori spiegando che gli era stato omesso tutto sull’immobile a partire che fosse una donazione fino all’impugnazione della stessa da parte di un terzo erede.

Dello stesso parere è anche il Notaio quindi procedono in questo modo.

Dopo settimane di tira e molla finalmente riescono a riavere i soldi versati come acconto alla proposta ed annullare il contratto.

Ecco questo è quello che capita quando si incappa nelle mani di un agenzia poco seria e dei venditori ancora meno seri.

Se stai pensando di acquistare casa stai attento a far verificare sempre tutto dal tuo notaio di fiducia e accertati che l’ agenzia abbia come minimo i documenti di casa e che abbia fatto le visure sull’immobile che vuoi comprare.

Affidati ad un tecnico bravo e fai controllare anche il lato catastale ed urbanistico.

Queste piccole accortezze ti assicuro che ti faranno fare un acquisto sereno e tranquillo.

Ciao e buona compravendita!

Confronta gli elenchi