• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

LA STORIA A LIETO FINE DI FABRIZIO, E DI COME E’ RIUSCITO A VENDERE CASA INCASSANDO UNA SOMMA MAGGIORE DALLA VENDITA DEL SUO APPARTAMENTO.

Pubblicato da APM sopra 13 Giugno 2020
| 0

LA STORIA A LIETO FINE DI FABRIZIO, E DI COME E’ RIUSCITO A VENDERE CASA INCASSANDO UNA SOMMA MAGGIORE DALLA VENDITA DEL SUO APPARTAMENTO.

Anche se a molti sembrerà strano, quello che leggerai di seguito è accaduto ed accade nel 99% dei casi quando, un proprietario venditore mette in vendita casa con la mia agenzia e segue passo passo i consigli che gli diamo.

La storia (o meglio la compravendita) che sto per raccontarti è avvenuta circa un anno fa, eravamo alle porte delle tanto aspettate vacanze estive del 2019.

Anche se, in realtà il finale della compravendita è avvenuto a fine luglio dello scorso anno, tutto ha avuto inizio a Natale 2018.

Come ogni giorno, nelle ore che dedico quotidianamente alla ricerca di nuovi appartamenti da acquisire, mi imbatto in un annuncio da privato su casa.it.

Era l’annuncio di vendita dell’appartamento di Fabrizio.

Ricordo ancora che la prima cosa che mi colpì vedendolo pubblicato fu la meravigliosa vista che dava su Viale della Primavera, una  delle strade più conosciute ed ambite del quartiere.

Chi conosce questa strada sa che gli appartamenti affacciano quasi tutti ad ovest.

Quindi godono di molta luce e altra cosa importante è il fatto che è vicinissimo al centro commerciale di zona.

Poi c’è da considerare che Viale Della Primavera è una strada molto aperta senza costruzioni da un lato, quindi abbiamo un notevole panorama d’avanti.

Ammetto che guardare il tramonto da uno di quei appartamenti è suggestivo da alcuni si intravede la cupola di S. Pietro addirittura.

Comunque torniamo al nocciolo dell’articolo.

Dopo la telefonata conoscitiva con Fabrizio ne seguono altre, come di solito accade in questi casi.

Alla terza o quarta telefonata, adesso non ricordo con esattezza, mi fissa un appuntamento a casa per vederla, conoscerci e sentire quella che era la mia stima di mercato.

Dopo un pò di settimane Fabrizio aveva ceduto anche perché il riscontro che aveva avuto privatamente era davvero poca cosa.

Ci incontriamo di persona all’appartamento.

Oltre l’affaccio di cui ho parlato poco fa il particolare dell’appartamento era che era (scusa il gioco di parole) pieno di mobili ed effetti personali molto vecchi (l’appartamento era del padre e della madre che non c’erano più e lui lo aveva ereditato).

Cerano anche un bel po’ di piccoli lavoretti da fare.

Obiettivamente non si presentava bene agli occhi di un potenziale acquirente.

Fatto il sopralluogo e prese le misure dell’appartamento torno in agenzia per buttare giù quella che poi sarebbe stata la mia stima.

Dopo due giorni convoco Fabrizio in ufficio da me per sottoporgli la valutazione e proporgli il mio piano di vendita del suo appartamento, nel caso avesse deciso di affidarmi l’incarico di  vendita.

In prima battuta, come accade spesso con i venditori, Fabrizio non fu d’accordo con la mia stima.

Voleva di più dalla vendita della sua casa.

Dopo un dibattito arriviamo alla conclusione di dare una bella “svecchiata” all’appartamento per cercare di vendere al miglior prezzo di mercato l’immobile.

L’operazione di ringiovanimento consisteva innanzitutto nello svuotare completamente l’appartamento, tra l’altro con un mercatino dell’usato con noi convenzionato Fabrizio tira su anche qualche centinaio di Euro.

La seconda cosa che gli proponiamo di fare è far sistemare tutte le tapparelle porte e riparare tutti i rubinetti che gocciolavano.

Finite le prime due fasi, che già bastavano a dare un altro aspetto all’appartamento, passammo alla terza.

Ripulire tutto l’appartamento con un imbianchino di nostra fiducia.

Imbianchino economico e soprattutto veloce.

Con quest’ultimo diamo un bel tocco di freschezza con delle belle tinte moderne, che valorizzavano la tanta luce che già c’era nell’appartamento.

Solo con queste tre operazioni l’immobile aveva acquistato un buon 10% del valore della mia stima.

Il tutto con poche migliaia di Euro investiti.

Ma la chicca, la ciliegina sulla torta la mettiamo con l’aiuto di un nostro collaboratore esterno all’agenzia.

Sto parlando di una figura che molto sta facendo per aiutare noi agenti a vendere gli immobili prima ed al maggior prezzo possibile, mi riferisco ad un Home Stager.

Questa figura con l’ausilio di mobili di cartone e qualche buona idea arreda casa e fa vedere a pieno tutte le potenzialità di un dato immobile.

A questo punto entra in campo un fotografo professionista che, oltre a fare delle foto di qualità, ci aiuta a fare un video dove presentiamo l’immobile e monta un tour virtuale dello stesso, cosi che il potenziale acquirente possa facilmente fare una visita comodamente seduto sul divano di casa sua.

Pianificata la strategia di vendita, cominciamo con la sponsorizzazione oltre che on-line, anche facendo un unico volantino personalizzato appositamente per il singolo appartamento.

Come altre centinaia di volte nel giro di sole 5 settimane ed una trattativa tutto sommato liscia vendiamo casa.

Altri 3 mesi ad aspettare il mutuo, ed ecco venduto felicemente un immobile che il proprietario, in questo caso Fabrizio, con la vendita da privato, che stava tentando da diversi mesi, non sarebbe mai riuscito a realizzare.

Se stai pensando di vendere casa ed hai un immobile qui a Roma ho preparato una sorpresa per te!

Premi questo bel pulsante rosso qui sotto e scopri che cosa ho in serbo per te!

Buona vendita!

Confronta gli elenchi