• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

SEI PROPRIETARIO DI UN APPARTAMENTO A CENTOCELLE? NON SAI SE VENDERE O AFFITTARE? QUI LA SOLUZIONE!

Pubblicato da APM sopra 25 Marzo 2020
| 0

SEI PROPRIETARIO DI UN APPARTAMENTO A CENTOCELLE? NON SAI SE VENDERE O AFFITTARE? QUI LA SOLUZIONE!

Per cominciare diciamo subito che non sei solo, in questa situazione ci sono tanti proprietari, tutti con questa spada di Damocle sulla testa.

Sono tanti gli appartamenti vuoti, non abitati né dal proprietario, né da inquilini in tutto il territorio nazionale.

Infatti, non tutti vogliono mettere a reddito i propri appartamenti, né venderli, visto il trend a ribasso del mercato.

Allora qual è la soluzione migliore?

A questa domanda bisogna rispondere con acutezza, bisogna innanzitutto tener presente la singola situazione, valutare caso per caso.

Molti di questi proprietari che preferiscono tenere sfitti i propri appartamenti sono proprietari di molteplici immobili, spesso sono vere e proprie società.

Quindi pare ovvio che una situazione del genere non può essere paragonata a quella di un piccolo proprietario che, a fatica è riuscito ad acquistare una seconda casa.

Ed è su questa seconda ipotesi che ho deciso di scrivere questo articolo, per consigliare a chi non sa cosa fare, ritrovandosi nella situazione di dover scegliere se vendere o affittare.

Analizziamola nel dettaglio con un esempio, un fatto concreto accaduto ad un mio cliente, che era venuto da me tempo fa, a chiedermi consiglio.

Edoardo, che è proprietario oltre che della casa dove vive a Largo Agosta, anche di un bilocale che ha tenuto sempre in affitto per generare una piccola rendita da affiancare alla pensione.

Dopo l’ultima esperienza con l’ultimo inquilino stava pensando seriamente se rimetterlo in affitto o venderlo, anche se il mercato si era abbassato molto negli ultimi anni.

Come capita spesso, anche Edoardo era incappato in una persona, il suo ultimo inquilino, poco affidabile.

Questo signore aveva sempre pagato puntuale l’affitto, per carità, ma i problemi che causava nel condominio erano ben altri.

Oltre a non pagare mai, né le spese ordinarie del condominio, non pagava nemmeno il riscaldamento nei mesi invernali.

Il povero Edoardo quando questo signore andò via si ritrovò con circa € 2.500,00 di spese da dover saldare all’ amministratore dello stabile, che stranamente non lo aveva mai messo a conoscenza di tutti gli arretrati accumulati dal precedente inquilino.

Come se non bastasse questo signore causava molti disagi ai condomini dello stabile.

Praticamente casa era un porto di mare come si dice.

Era dedito a fare molte feste e fino a tarda notte, cosa che infastidiva parecchio gli altri condomini.

Addirittura qualcuno nel palazzo diceva che sub-locava una delle due stanze dell’appartamento.

Scoperte tutte queste cose e abbastanza incavolato per le spese da sostenere, Edoardo viene da me per chiedere un opinione e capire se valesse la pena trovare un altro inquilino o vendere l’appartamento.

Fatta una chiacchierata davanti un caffè, con una visione ampia sulla situazione economica di Edoardo, gli consiglio di mettere di nuovo in affitto l’appartamento.

Gli suggerisco di optare per questa scelta considerando il fatto che lui e la moglie vivono con la sola sua pensione.

Pensione di un commerciante, che ha lavorato e versato contributi per quasi quaranta anni, capisci da solo che a stento due persone ci campano, quindi una seconda entrata era più che comoda.

Sconsiglio assolutamente la vendita, anche in virtù del fatto che aveva investito davvero una bella cifra ai tempi per comprare quel bilocale.

E considerato il calo, sempre più ai minimi storici, del valore al mq del mattone, proprio non conveniva ad Edoardo vendere.

Fatto sta, che ci diamo appuntamento dopo una settimana per comunicarmi cosa avesse deciso, giusto il tempo di parlarne a casa con Flora, la moglie.

Mi viene a trovare dopo solo 3 giorni in agenzia.

In quella occasione ci sono entrambi, sia Edoardo che Flora, mi comunicano la decisione avevano preso cioè vendere casa, mi spiegano che la vendita sarebbe stata la soluzione migliore per loro in quel il momento.

Con la vendita avrebbero incassato comunque una bella somma, che per due settantenni non è una cattiva cosa, non avrebbero dovuto più combattere con inquilini tasse e tutto il resto.

Per di più avrebbero potuto aiutare il loro unico figlio, che era dovuto andare in Finlandia per trovare uno straccio di lavoro decente.

Partiamo così con la vendita.

Ecco, siamo arrivati alla fine dell’articolo, ti starai chiedendo quale sia la soluzione migliore in una situazione simile?

La risposta che posso darti è “dipende”!

Come hai letto ad Edoardo avevo consigliato di affittare l’appartamento, ma tornato a casa e discusso con la moglie, considerate le loro cose personali familiari alla fine hanno preferito la vendita.

Puoi intuire da solo che è tutto soggettivo in una situazione del genere, dipende da circostanza a circostanza, ognuno ha i propri bisogni e le proprie esigenze.

Quello che posso dirti e che, se non hai bisogno di monetizzare per una qualsiasi motivazione importante, non vendere, non è il momento.

Se scegli l’affitto certo devi cercare e trovare delle bravissime persone, affidabili e che abbiano delle referenze, questo è tutto quello che posso dirti.

Con questo ti saluto e ti do appuntamento al prossimo articolo.

Ciao!

Confronta gli elenchi