• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

ECCO IL MODO MIGLIORE, PER INVESTIRE I TUOI RISPARMI IN UN ACQUISTO IMMOBILIARE.

Pubblicato da APM sopra 29 Febbraio 2020
| 0

ECCO IL MODO MIGLIORE, PER INVESTIRE I TUOI RISPARMI IN UN ACQUISTO IMMOBILIARE.

Pina!

Cosa mi consigli di fare, ho circa € 50.000,00 da parte e vorrei comprare casa, come mi devo muovere, tu che faresti al posto mio?

Questa, è una domanda che mi è stata posta oggi da una mia cliente, che sta cercando di acquistare la sua prima casa.

Le stavo facendo vedere un bellissimo appartamento qui a Centocelle, in via degli Abeti a pochissimi passi dalla centralissima via dei Castani, la via più conosciuta e commerciale del quartiere.

Loredana, è così che si chiama la cliente, mi contatta perché aveva notato l’annuncio su internet, di questo bilocale molto carino.

Anche se l’appartamento in questione, non fa al caso suo, Loredana entra da subito in confidenza con me e mi dice tutte le sue perplessità.

Mi confessa qualche sua paura, sopratutto di fare una cavolata comprando un appartamento non adatto alle sue esigenze.

Aveva da poco ricevuto delle regalie familiari in denaro, genitori nonni ed insieme a qualche suo risparmio personale aveva un bel gruzzoletto da parte, (quasi € 50.000,00) tutto questo, aveva fatto si che Loredana decidesse di comprare la sua prima casa.

Fortunatamente da più di un anno aveva trovato anche un lavoro stabile come contabile, in una ditta di manutenzione ascensori.

Con tutti questi eventi positivi, uno dietro l’altro, aveva maturato l’idea di andare a vivere da sola ed investire il gruzzoletto che aveva, con tanta fatica ed aiuto dei familiari, messo da parte.

Quel giorno gli suggerisco di fare una consulenza per il mutuo e fissiamo così, un appuntamento in agenzia con il mio broker.

Gli dico, ovviamente, di portare l’ultima dichiarazione dei redditi e tutti i documenti che potevano occorrere al consulente.

In fase di consulenza, con quello che aveva da parte e la cifra che poteva arrivare a prendere di mutuo, Loredana a quel punto si rende conto che poteva aspirare ad un immobile più grande di quello che si aspettava.

Anche consigliata da me, Loredana decide di fare un passo importantissimo.

Poteva puntare ad un bel trilocale, invece che un bilocale come aveva cominciato a cercare qualche settimana prima.

Con le idee più chiare ed entusiasta del fatto che potesse aspirare a comprare un appartamento intorno ai € 200.000,00, parte ancor più spedita nella ricerca del suo nuovo nido.

Con tutte le case sul mercato all’inizio và un po’ in confusione.

Ne vede davvero tante Loredana, sono circa una decina a settimana, per circa 4-5 settimane.

Non riesce proprio a decidere su quale puntare.

Ogni volta che pensa di aver trovato quella giusta gli viene in mente un particolare, un’affaccio, la zona, l’esposizione, il bagno fatto in un certo modo, la cucina in muratura vista in un’altra casa e lì va in tilt.

Dal nostro primo incontro a via degli Abeti, passano circa 4 mesi, e davvero di case ne ha viste tante.

Ovviamente non tutte con me, da sola non riuscirei nemmeno a gestirle e non saprei nemmeno come fare ad essere sincera.

Comunque Loredana ad un certo punto mi chiama e mi dice che vuole incontrarmi per parlare di questa sua fase di stallo, voleva trovare una soluzione e decidere su quale casa, tra le tante viste, puntare e fare un offerta.

Fissiamo un appuntamento da me in agenzia una mattina ad ora di colazione, all’apertura dell’agenzia praticamente.

D’avanti a due cappuccini macchiati e due cornetti vegani all’arancia riusciamo a trovare la casa su cui poi Loredana andrà a fare un’offerta.

Purtroppo per me, dopo un analisi attenta delle sue esigenze la casa che più gli piaceva e che aveva tutte le caratteristiche che cercava, non era tra le mie, nel mio portafoglio immobili.

Ma questo è un fattore secondario…

La cosa importante in quel momento era decidere dove l’investimento poteva essere quello migliore e Loredana contava molto sul mio giudizio e i miei consigli.

Tra i tanti agenti che aveva incontrato in quei mesi di ricerca forsennata, io l’avevo colpita, non so dirti il perché, forse tra donne ci siamo capite subito, fatto sta che volle che l’accompagnassi a fare la proposta dai colleghi che gestivano la vendita della casa, che poi effettivamente ha acquistato.

Ma come sono riuscita a far capire a Loredana che proprio quella casa fosse quella giusta?

Ho usato una semplice tecnica composta da 5 domande tanto semplici quanto efficaci, che uso sempre quando un acquirente vuole fare un’offerta per un appartamento che vendo.

Eccole di seguito.

  1. È un appartamento che posso permettermi economicamente?
  2. È un appartamento che soddisfa almeno l’80% delle mie esigenze?
  3. La zona dov’è ubicato è la zona adatta a me, mi è comoda per raggiungere il lavoro, arrivare a scuola la mattina prima che la campanella suoni?
  4. Ci sono servizi e trasporti accettabili?
  5. Quando sono entrata a casa l’ho sentita mia?

Ecco, questo sono domande semplici quanto efficaci come ti ho già detto, aiutano molto sia me come agente immobiliare, che l’acquirente ad essere più deciso, convinto a fare la proposta proprio per quella casa.

Se stai cercando di comprare casa mi auguro e ti auguro di fare il percorso che ha fatto Loredana, soprattutto ti auguro di cuore che la casa che andrai a comprare sia davvero quella che fa per te!

Ciao e ti dò appuntamento al prossimo articolo!

Confronta gli elenchi