• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

COMPRARE CASA, CONVIENE PAGARE L’AGENZIA O FARE TUTTO DIRETTAMENTE CON IL VENDITORE?

Pubblicato da APM sopra 18 Febbraio 2019
| 0

COMPRARE CASA, CONVIENE PAGARE L’AGENZIA O FARE TUTTO DIRETTAMENTE CON IL VENDITORE?

Che tu sia un acquirente o un venditore, in entrambi i casi risponderesti di sicuro che conviene fare tutto direttamente tra privati.

Da Agente Immobiliare devo dire che, mettendomi nei panni di un privato sicuramente risponderei anche io la stessa cosa (e qui sono sicuro di averti spiazzato, di la verità non ti aspettavi una risposta così da un agente immobiliare e non oso immaginare qualche mio collega che faccia farà leggendo questo articolo) comunque, si davvero questa sarebbe la mia risposta.

Obiettivamente se c’è la possibilità di poter risparmiare qualche migliaio di Euro sarebbe da fessi non approfittarne.

Ma è veramente così ti chiedo adesso?

Davvero c’è tutto questo risparmio e ne vale davvero la pena?

Sempre da Agente Immobiliare nei panni di acquirente privato, ti dico, la convenienza di fare tutto da soli c’è se si verificano, tutte insieme una serie di circostanze.

Circostanze che, in quasi venti anni di lavoro nel campo immobiliare, raramente ho incontrato in una trattativa anche con l’ausilio di un professionista ed a volte anche più di uno.

Quali sono queste circostanze ti starai chiedendo?

Bé la prima, ovviamente è il giusto prezzo, contrattare l’acquisto di una casa al giusto valore in linea con il mercato locale attuale è sicuramente la prima cosa a cui stare attenti.

Già perché basta farsi un giro sui vari siti di annunci immobiliari ( casa.it, immobiliare.it, attico.it, idealista.it ecc.) per farsi un’idea di quanto siano diversi i prezzi di immobili simili nella stessa zona, la prima cosa che ti capiterà di notare, su questi siti, è sicuramente che tra gli annunci on-line la differenza sul prezzo tra le agenzie ed i venditori privati è abissale, a volte per la stessa tipologia di appartamento c’è un differenza di anche € 50.000,00 tra l’uno e l’altro.

Ma come fa un potenziale acquirente a sapere quale potrebbe essere il giusto valore di un immobile

Ed ecco la prima circostanza dove un acquirente, a meno che non sia davvero addentrato nel campo commette il primo errore, cioè quello, magari di fare un offerta troppo alta rispetto al vero valore di casa.

La seconda circostanza è trattare l’acquisto di un immobile non in regola con i documenti.

Questa forse è ancora più pericolosa della prima, già perché nel caso tu acquistassi un immobile troppo caro, fuori mercato, ci rimetteresti solo (si fa per dire) un po’ di soldi guadagnati e messi da parte con tanto duro lavoro.

Qui invece potresti incappare in lunghissime cause civili ed avresti così oltre il danno anche la beffa.

Questa è una cosa, che tra privati, accade spessissimo, a volte nemmeno i venditori sanno di avere un immobile non in regola con le norme attuali o urbanisticamente a posto.

Nel 99% dei casi infatti tutti i venditori mettono sul mercato appartamenti senza aver fatto fare nessun controllo alla documentazione di provenienza o al catasto, convinti di essere nel giusto (capita anche che alcuni venditori lo ignorino volutamente questo passaggio diciamolo ma è raro).

Un altro fatto preso sottogamba da ignari acquirenti è non accertarsi di debiti regressi cause o lavori straordinari deliberati dal condominio.

Spessissimo trattative ormai chiuse, saltano o si complicano per via di problemi condominiali.

Già perché i venditori decidono di mettere in vendita il proprio immobile anche per problematiche legate al condominio, sperano cosi di liberarsi sia dell’appartamento che di questi problemi.

L’ ultima circostanza che deve combaciare con la trattativa è la solvibilità di chi acquista.

Ancora troppo spesso capita di incontrare acquirenti che si buttano letteralmente a capofitto in una trattativa senza avere la ben che minima idea di cosa significhi poi accedere ad un mutuo bancario.

Queste sono, a parer mio, le principali circostanze che devono coincidere perché si possa addivenire all’acquisto di un buon affare immobiliare.

Anche se raramente mi è capitato di trovarle tutte insieme, specie la prima e la terza, solo in questo caso possiamo dire che si possa fare a meno di un intermediario e che, davvero è possibile risparmiare facendo a meno di un agenzia.

Comunque se vuoi essere seguito da un valido professionista che ti guidi nelle giusta scelta di casa e che tuteli i tuoi interessi senza farti pagare più del dovuto un’immobile che sia in regola con i documenti e senza nessuna sorpresa a livello condominiale facendoti ottenere anche una pre-fattibilità di mutuo allora non esitare a contattarmi, sarò felicissima di poterti aiutare a coronare il tuo sogno di una nuova casa.

Buon acquisto e a presto.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronta gli elenchi