• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

LE AGENZIE IMMOBILIARI E IL GIOCO DELLE 3 CARTE.

Pubblicato da APM sopra 22 Febbraio 2019
| 0

Con questo articolo voglio metterti a conoscenza di tre sporchi trucchi di trattare una vendita immobiliare, che molte agenzie (per fortuna non tutte) usano per acquisire e vendere casa e ti spiego anche come evitarli per non farti fregare da questi subdoli sotterfugi.

Eccoli elencati di seguito

  1. Sopravvalutare l’immobile per farsi dare l’incarico di vendita (il più lungo possibile).
  2. Sparire letteralmente per settimane e settimane dopo aver preso il mandato di vendita.
  3. Inventarsi fantomatici acquirenti potenzialmente interessati a casa tua.

Leggi con attenzione le prossime righe, ne va della vendita del tuo immobile, capirai inoltre come riconoscere le agenzie che praticano questo tipo di lavoro ed imparerai a starne alla larga.

Bene, cominciamo con il primo sotterfugio…

  • Sopravvalutare il tuo immobile per sfilarti l’incarico con scadenza a lungo termine.

Qui siamo di fronte al più classico ed usato, trucco degli agenti immobiliari per incastrare e vincolare il venditore più a lungo possibile.

Per fortuna loro (degli agenti immobiliari) e per sfortuna dei proprietari questo è anche il più facile da mettere in atto.

Già, perché dopo anni di lavoro nel settore immobiliare ti posso dire in tutta tranquillità che non c’è cosa più facile per un agente immobiliare di questa, andare a casa di un venditore e sopravvalutare l’immobile.

Sai perché?

Perché non bisogna far altro che avvalorare l’idea del proprietario, (quasi sempre sbagliata) quella che il suo immobile sia il più bello, quello meglio posizionato più rifinito e di conseguenza quello più di valore rispetto agli altri sul mercato.

Non ci vuole certo la palla di vetro per capire che così è molto più facile farsi dare l’esclusiva per vendere casa, così è molto semplice, invece che fare un’analisi dettagliata del valore reale di un’immobile ed avere il coraggio e la serietà di dire al venditore da subito che difficilmente realizzerà il prezzo che vuole lui.

Qui entra in gioco l’intelligenza del proprietario però!

Già perché, come già ho scritto in un articolo precedente, non bisogna mai affidare l’incarico di vendita di casa ad un agenzia usando come metro di misura solo il fatto di essere assecondato sul prezzo o affidarsi a chi ha stimato l’immobile ad un prezzo maggiore rispetto ad altre agenzie.

Nel 99% dei casi si rivela un errore gravissimo da parte dei venditori, solo in un secondo momento si renderanno conto che a rimetterci tempo e denaro (tanto denaro) saranno solo loro.

Un venditore per evitare di cascare in questo primo tranello dovrebbe innanzitutto farsi spiegare dall’agente come ha intenzione di promuovere la vendita del proprio immobile e poi vagliare attentamente la stima (quando viene fatta per iscritto e ti posso assicurare che è cosa rara) e scegliere infine a chi affidarsi lasciando per ultimo come elemento decisivo proprio il fattore prezzo/stima.

Lo so che può sembrarti strano, ti starai chiedendo – come devo affidare casa mia ad un agenzia che mi sottovaluta il mio amato appartamento – ?

No !

Sto solo dicendo di scegliere un’agenzia che sappia illustrarti per filo e per segno le singole azioni che intende compiere per addivenire alla vendita, quanto come e dove investe le sue risorse, in termini economici, forza lavoro ecc. per raggiungere il risultato finale, cioè vendere casa.

Solo dopo questo tenere in considerazione il fattore prezzo di stima.

Veniamo al secondo…

  • Sparire letteralmente per settimane e settimane dopo aver preso il mandato di vendita.

Eccoci arrivati al secondo trucco che usano le agenzie per farti abbassare il prezzo di casa dopo aver preso un incarico fuori prezzo, magari anche a € 50.000,00 in più del reale valore commerciale di casa tua.

È cosa comune tra le agenzie (ti ripeto per fortuna non tutte, ce ne sono tante che lavorano in modo serio ed etico) sparire e non farsi sentire dai proprietari per intere settimane.

Letteralmente diventano introvabili ed irrintracciabili.

Solo dopo decine di telefonate riesci a contattare l’agente che ha preso l’incarico ed indovina un po’?

Quando gli chiederai come mai non ci sono state visite telefonate da parte sua o potenziali acquirenti interessati a casa tua, quale sarà la risposta?

Stranamente nel giro di poche settimane ti dirà che il mercato si è fermato e che c’è poca richiesta (come se il fatto di averti illuso di vendere casa a € 50.000,00 in più del reale valore di mercato non centrasse niente) solo allora comincerai a capire di essere stato fregato.

In questo caso c’è poco da fare, a differenza del primo trucco che puoi evitare non firmando nessun incarico, qui non puoi far altro che aspettare che scada il mandato di vendita e trovare un agenzia seria a cui rivolgerti.

Concludiamo con un sempre verde ed in voga ritornello ripetuto dagli agenti immobiliari…

  • Inventarsi fantomatici acquirenti potenzialmente interessati a casa tua.

Qui mi viene da sorridere.

Quando mi capita di sentire questa cosa, da qualche cliente venditore, non riesco a fare a meno di farmi una bella risata.

Già, guarda caso dopo che il venditore ha cominciato a capire come veramente stanno le cose e magari ha anche mandato disdetta dell’incarico di vendita spunta un fantomatico (a volte più di uno) acquirente che guarda caso comprerebbe casa subito senza nemmeno averla vista a un prezzo di gran lunga inferiore a quello richiesto.

Anche se, credo sia più che intuibile il gioco che vuole mettere in atto l’agenzia molti venditori si fanno incastrare ancora e magari rinnovano il mandato di vendita una seconda volta.

È inutile dire che dopo essere stato incastrato con i primi due trucchi, se ti lasci abbindolare anche da quest’ultimo devi appartenere alla categoria dei polli dell’anno.

Anche un bambino capirebbe che un agenzia che si comporta così non deve mettere più piede dentro casa tua figuriamoci se può trattare la vendita.

Con questo credo essermi meritata parecchie critiche da molti miei colleghi (anche se io non li definire tali) sono convinta che leggendo questo articolo a molti verrà l’ ulcera non oso immaginare quello che diranno quando leggeranno queste parole, già perché ho scoperto che su questo blog parecchi agenti immobiliare passano ore a leggere e criticare i mie articoli.

Comunque spero davvero di averti aperto gli occhi ed aiutato a capire quali caratteristiche deve avere un agente immobiliare serio degno di trattare la vendita di casa tua senza prenderti in giro e ricorrere a questi subdoli trucchetti.

Tu però devi fare il tuo!

Non lasciarti affascinare da valutazioni troppo alte, anzi valuta attentamente la possibilità di lavorare con l’agenzia che ha il coraggio di valutare casa tua per quella che è.

Apprezza chi ti dice subito come stanno le cose, magari trovate un accordo, tipo magari per i primi mesi  tentare la vendita ad un prezzo maggiore, ma tieni presente sempre il valore di stima reale.

Con questo ti saluto e ti ricordo che se vuoi vendere il tuo immobile a Roma nel V° Municipio in particolare, contattami qui, sarò lieta di mettere tutto il mio impegno professionalità competenza al tuo servizio!

Un saluto e

Buona Vendita!

 

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronta gli elenchi