• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

HAI APPENA ACQUISTATO CASA, COSA DEVI FARE ADESSO ?

Pubblicato da APM sopra 5 Marzo 2019
| 0

Dopo mesi, in alcuni casi anni di ricerca, finalmente hai trovato ed acquistato la tua nuova casa.

Dunque, dopo decine e decine di case visitate, serate passate sul pc o allo smartphone a spulciare annunci di centinaia di agenzie e privati fine settimana impegnati a visitare appartamenti nella tua zona, hai comprato casa.

Ti sembra ieri di aver maturato l’idea di comprare un nuovo appartamento, magari è il tuo primo acquisto immobiliare o magari hai cambiato perché ti occorre più spazio perché la famiglia si è allargata o semplicemente perché ti sei dovuto trasferire in un altro quartiere della città.

Fatto sta che sei appena uscito dallo studio del Notaio e cammini due metri sopra il cielo dalla gioia di aver acquistato.

Ma sei solo a metà dell’opera…

Adesso ti aspettano tutta una serie di incombenze da gestire.

Molto probabilmente di sicuro ti troverai di fronte ad una di queste due situazioni:

  1. Dare una semplice imbiancata a casa, allacciare o volturare le utenze e trasferiti nel tuo nuovo nido.
  2. Trovare una ditta e un architetto per ristrutturare l’appartamento appena acquistato.

Bene, analizziamo e valutiamo insieme le due opzioni.

Anche se possono sembrare cose banali, queste due situazioni sono motivo grande stress per gli italiani, seconde solo alla propria situazione lavorativa ed economica.

Partiamo dalla prima, la più semplice e facile da gestire ed affrontare.

Mettiamo caso che tu sia stato molto fortunato ad acquistare un immobile già ristrutturato o in buone condizioni e comunque che non necessiti di interventi di ristrutturazione radicali, tipo impianti bagno e cucina.

Diciamo che devi dare solamente la classica imbiancata alle pareti, personalizzarla con i colori che più ti piacciono e che si addicano alla tua personalità.

Te la cavi in questo caso con qualche migliaio di euro, dal punto di vista economico e con una settimanella di lavoro vero e proprio da seguire.

Oltre al lato di lavoro materiale vero e proprio ti devi occupare anche del lato burocratico del trasferimento (quello che a me personalmente ha causato più stress di tutto nel mio ultimo cambio casa, già perché preferisco di gran lunga mettermi pancia a terra (come dice l’attuale ministro Toninelli) a fare lavori manuali piuttosto che andare in giro per uffici a combattere letteralmente con mucchi di scartoffie e impiegati poco preparati e molto spesso anche scontrosi, comunque questo è un parere puramente personale).

Ma quali sono questi “sbattimenti” passami il termine, da fronteggiare?

Come prima cosa c’è da andare in Municipio di appartenenza e richiedere la nuova residenza (soprattutto se si è usufruito dell’agevolazione di acquisto prima casa).

Poi bisogna andare nell’ apposito ufficio competente ad iscriversi ai servizi per lo smaltimento dei rifiuti (qui a Roma all ’Ama).

Dopo di ché, stipulare i contratti per le utenze domestiche, energia elettrica, gas, acqua, telefono, ecc.

Quasi sicuramente con l’acquisto di casa nuova ti serve tutto o in parte l’ arredamento per casa, magari anche qualche mobile fatto su misura.

E qui parte, o continua, la ricerca del modello giusto di cucina, l’armadio che sia capiente e in tinta con le pareti ecc.

Sono settimane lunghe e concitate queste, spesso infatti, molti miei clienti, i quali incontro spesso dopo aver comprato casa con me mi dicono:

“ accidenti pensavamo che il difficile era trovare casa, fare la trattativa con il venditore credevo fosse complicato e stressante ma anche questa di fase non è mica una passeggiata”.

Già non è affatto una passeggiata.

Se consideriamo poi che, ormai tutti noi andiamo sempre più di fretta ed il tempo a nostra disposizione è sempre meno, le cose diventano complicate ancor di più.

Una volta mi ricordo di una coppia di miei clienti, che avevano appena comprato una nuova casa attraverso la mia agenzia, che in questa fase si sono dovuti rivolgere a dei professionisti per portare a termine tutto nei tempi che si erano prefissati.

Ho ancora in mente che, con il fatto di essere da poco diventati genitori, in quel periodo erano veramente al quanto “esauriti” ed il fatto di rivolgersi ad un arredatore ed un’ agenzia specializzata nei servizi post compravendita li ha aiutò davvero tanto, soprattutto dal punto di vista dell’ impegno mentale.

Pensa…

questa appena descritta tra le due, è la situazione migliore che ti possa capitare dopo aver comprato casa nuova.

Infatti…

Nella seconda situazione oltre che a pensare a tutte queste cose appena descritte, nel caso di immobile da ristrutturare ti aspettano almeno due mesi di lavori, sopralluoghi, giri per botteghe ad  incontrare falegnami, fabbri, negozi di bricolage e mobilifici e chi più ne ha più ne metta.

Prima ancora di tutto questo, devi trovare una ditta seria che ristrutturi l’immobile e per esperienza in media ti dico che si valutano almeno 3-4 preventivi quindi 3-4 ditte diverse.

E già qui, molti non reggono l’urto della realtà per vari motivi, potrebbe capitarti di trovarti a discutere per ore intere con gli operai cercando di capire come mai per gli stessi lavori nei vari preventivi ci possa essere una differenza di migliaia di euro dall’ uno all’ altro.

O magari sgolarti con l’architetto cercando di fargli capire come vuoi che siano divisi gli ambienti.

Quella della ristrutturazione infatti a parer mio è la fase più importante a questo punto di questo nuovo percorso di vita qui i gusti tra te e tua moglie (o marito) se non coincidono potrebbero portare a seri problemi (conosco gente che hanno mandato a monte matrimoni e non sto scherzando è successo davvero).

È capitato ad una coppia che aveva comprato casa con me a Villa Gordiani, durante la fase di ristrutturazione hanno litigato e si sono lasciati.

Adesso non voglio certo dare la colpa all’ acquisto, evidentemente c’erano già problematiche di coppia prima, ma una situazione del genere è proprio quella adatta a far da goccia che fa traboccare il vaso.

Comunque a parte questi fatti realmente accaduti, se stai cercando casa e ti capita di interessarti ad un immobile da ristrutturare metti in conto qualche mese di stress aggiuntivo.

E prendi in considerazione il fatto di avvalerti di un professionista che ti aiuti a trovare le soluzioni migliori per te.

Se non ne hai uno di tua fiducia cerca un bravo architetto, ti assicuro che ti sarà molto utile.

Certo è una spesa ulteriore da affrontare, ma ti dico che la mano di un professionista in una ristrutturazione si vede e fa la differenza.

Anche oggi mi concedo qui, con queste ultime parole, ti auguro di trovare la casa che più ti soddisfi al di là del fatto che sia o meno da ristrutturare, l’importante è che a te piaccia.

Non mi resta che salutarti e di augurarti un buon acquisto.

P.S. qualora di dovesse servire un’ esperto nel campo immobiliare o un aiuto a trovare la tua nuova casa, specialmente se la stai cercando qui a Roma nel V° Municipio, non esitare a contattarmi qui, sarò lieta di aiutarti a farlo!

Ciao!

 

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronta gli elenchi