• Via F.Delpino 101-103, 00171 Roma

  • info@apmimmobiliare.com

  • Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
I tuoi risultati di ricerca

SE IL TUO AGENTE IMMOBILIARE, NON VUOLE FARE QUESTE 6 COSE, ALLORA HAI SCELTO QUELLO SBAGLIATO!

Pubblicato da APM sopra 20 Maggio 2019
| 0

SE IL TUO AGENTE IMMOBILIARE, NON VUOLE FARE QUESTE 6 COSE, ALLORA HAI SCELTO QUELLO SBAGLIATO!

Il mercato immobiliare è in continua evoluzione, tutto è cambiato e cambia alla velocità della luce specie nelle grandi città come Roma!

Sei sicuro che l’agente immobiliare a cui hai affidato la vendita di casa tua sia in grado di essere al passo con i tempi?

Se sei nella situazione di un proprietario venditore che ha affidato un incarico di vendita ad un agenzia, ma non sta ottenendo risultati la risposta a questa domanda potrebbe darti la soluzione.

Ti ho posto subito questo quesito per farti capire se il tuo agente sta lavorando nel giusto modo, in linea con il mercato e le dinamiche attuali del terzo millennio o meno.

Più avanti ti spiegherò sei cose che dovrebbe fare un agente immobiliare per vendere al meglio e prima possibile un appartamento con il mercato attuale.

Ma prima fermati un secondo e rifletti sulla domanda che ti fatto.

Cerca di dare una risposta.

Ti ho fatto questa domanda per farti comprendere se il tuo agente è all’altezza della situazione.

Mi spiego meglio.

Ancora oggi vedo tanti colleghi, agenti immobiliari, che pretendono di vendere un immobile con un semplice cartello attaccato al portone ed un annuncio con qualche foto su subito.it.

Praticamente pretendono di vendere casa come 10-15 anni fa, o come tenta un proprietario facendo tutto da solo, già perché queste sono due cose che puoi fare benissimo da solo se vuoi vendere casa.

Una delle cose che più mi fa letteralmente incazzare (perdonami il termine) da professionista è proprio questa.

Tanti colleghi, molti facente parte anche a grossi gruppi in franchising quelli più famosi per capirci, nel momento di acquisizione incarico promettono mari e monti ai venditori ma poi dopo essersi accaparrati l’esclusiva spariscono.

Riappaiono solo per chiedere un adeguamento del prezzo.

Questo è un trucco che ancora oggi tanti agenti immobiliari usano e che purtroppo, per i privati venditori, ancora funziona.

Comunque se vuoi approfondire questo discorso magari puoi rileggere un vecchi articolo dove metto in guardia su come difendersi da agenzie che attuano questo escamotage e che puoi rileggere qui.

Veniamo al dunque!

Ecco le 6 cose che dovresti chiedere al tuo agente immobiliare e che a parer mio dovrebbe fare per vendere il prima possibile il tuo appartamento ed al miglior prezzo.

  1. Non deve raccontarti cazzate!

Cosa voglio dirti con “non deve dirti cazzate”, (innanzitutto scusami per il termine colorito, ma è necessario per farti capire il senso di quello che leggerai) un buon agente immobiliare dovrebbe essere chiaro e trasparente fin dall’inizio con un potenziale venditore.

Dal primo incontro a casa un professionista deve subito comportarsi da tale appunto!

Per prima cosa deve capire perché, chi si trova di fronte sta vendendo casa.

Le motivazioni sono spesso molteplici, c’è chi deve vendere casa perché si deve trasferire in altre zone o altre città, chi perché magari si sta separando dal coniuge, chi perché serve una casa con qualche metro quadro in più o semplicemente perché l’ha ereditata insieme ad altri parenti e se ne vuole disfare.

Come puoi capire da solo, per ogni situazione un professionista deve avere un approccio diverso, sia per la gestione della vendita fine a se stessa, sia per soddisfare al meglio il venditore in base alla situazione in cui si trova.

  1. Stima professionale del tuo immobile.

Su questo secondo punto il 97% degli agenti immobiliari è molto deficitario e molti venditori non si rendono conto che la maggior parte delle probabilità di vendita si giocano proprio in fase di valutazione.

Praticamente la maggior parte degli agenti immobiliari si limita a prendere qualche misura e fare un breve calcolo al metro quadro e tirano fuori una stima.

Purtroppo anche la maggior parte dei proprietari venditori si accontenta di una stima così approssimativa.

Una valutazione seria e professionale tiene conto di molteplici fattori, certo il valore al mq è importante tutto inizia da lì, ma è solo la punta dell’icerbeg.

Se hai affidato il mandato di vendita di casa è ti è stata fornita una stima approssimativa richiama subito il tuo agente e pretendi una valutazione certificata del tuo appartamento.

E ricorda che la stessa deve contenere oltre al valore al mq anche:

  • Stato attuale dell’immobile in vendita.
  • Stato attuale dell’intero stabile dove è ubicato il tuo appartamento.
  • Tutti i servizi disponibili e raggiungibili a piedi.
  • Tutti i mezzi pubblici che servono la zona.
  • Relazione dell’agente immobiliare.
  • Andamento delle vendite negli ultimi 3-6-9-12 mesi nella zona.
  • Il numero esatto degli immobili simili al tuo attualmente in vendita.
  1. Verificare tutta la documentazione.

Anche se non ha nessun obbligo, l’agente immobiliare, dovrebbe verificare o far verificare tutta la documentazione inerente all’immobile che prende in gestione per la vendita.

Oltre a verificare tutti i titoli di provenienza lo stesso dovrebbe reperire anche tutto quello che concerne a livello condominiale.

Contattare l’amministratore e farsi dare il regolamento condominiale le relative tabelle millesimali, l’ultimo verbale di assemblea e verificare che non ci siano cause e contenziosi di sorta.

Infine con l’ausilio di un tecnico deve ricercare e verificare tutta la documentazione urbanistica relativa all’immobile in oggetto.

Ti ribadisco però, che in questo caso l’agente immobiliare non ha nessun obbligo anche se a parer mio sono tutte cose che un serio professionista dovrebbe fare (io di solito le faccio sempre su ogni singolo immobile che gestisco).

  1. Presentarti un piano marketing personalizzato per il tuo immobile.

Come per il punto n. 2 (ogni situazione e motivazione alla vendita è differente) anche in questo caso, un immobile va commercializzato in modo completamente differente da un altro.

Un conto è vendere un monolocale di 40 mq in uno stabile con altri appartamenti, un conto è vendere un attico di 100 mq con terrazzo, un altro conto è vendere una villa con piscina giardino e box auto.

Capisci da solo che la stessa strategia non può funzionare per tutti i casi sopra esposti.

È qui, che la maggior parte degli agenti immobiliari ha delle grosse lacune.

Pensano di poter vendere tutti gli immobili allo stesso modo, fanno qualche foto pubblicano l’annuncio sui vari siti di settore mettono un bel cartello nella loro vetrina di agenzia ed aspettano l’acquirente.

Bè, questo poteva funzione 10 anni fa, ma ti assicuro oggi non basta, se tutto quello che sta facendo il tuo agente è quello che hai appena letto richiamalo subito e prendi provvedimenti.

  1. Analizzare insieme a te l’andamento della vendita.

Anche su questo punto molti agenti immobiliari hanno molte carenze, addirittura tanti si sentono a disagio a confrontarsi con il proprietario di casa su questo punto, peccando di presunzione nella maggior parte dei casi.

Sono convinti che, essendo loro i professionisti sia inutile tenere al corrente il venditore di come stia andando la vendita figuriamoci confrontarsi e magari ricevere qualche consiglio.

Se anche qui l’agente che sta seguendo la vendita del tuo appartamento non si confronta con te e ti tiene aggiornato ti consiglio di chiamarlo e chiarire anche questo punto.

  1. Non ti sottopone offerte anche più basse del prezzo richiesto.

Non hai idea di quante trattative ogni giorno non vadano a buon fine per questo motivo.

Spesso, gli agenti immobiliari, hanno letteralmente paura di sottoporre ai proprietari venditori proposte di acquisto non conformi all’incarico di vendita, anche se di poco più basse al prezzo iniziale.

Questo, a parer mio, è un errore gravissimo, primo perché qualsiasi proposta va portata al venditore, è e sarà sempre lui a decidere se accettare o meno, secondo perché le trattative sono così, chi vende parte da una richiesta, chi compra fa la sua offerta e si cerca di trovare un punto d’incontro.

Inoltre è proprio lì che si svolge il lavoro del mediatore, nel trovare un’intesa tra le parti, mediare per raggiungere un accordo soddisfacente per tutti.

Se stai vendendo il tuo appartamento e l’agente immobiliare che ti sta seguendo non sta facendo queste 6 cose, allora dovresti preoccuparti e molto.

Ti consiglio subito di fari una bella chiacchierata con il tuo agente e trovare una soluzione, ne va della vendita del tuo immobile.

Se invece ancora non hai trovato nessun agenzia che ti aiuti a vendere prima possibile casa tua e soprattutto se si trova qui a Roma nel V° municipio allora clicca su questo bel pulsante rosso qui sotto per avere una consulenza del tutto gratuita.

Ciao e buona vendita!

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronta gli elenchi